Pelle d’ oca

La lunga marcia e la pelle d’ oca.
Mi piacciono i fumetti. Sono sempre stata un mmaschiaccio che leggeva Tex, Belfagor, innamorata di Blake il macigno, Diabolik ed Eva Kant. Non avevo tempo per i fotoromanzi. Ero innamorata di quella nuvoletta che soffiava parole, quelle di Mafalda o Charlie Brown. Poi , Dylan Dog, corto Maltese Danfyr e adesso Nathan Never. Cápita che l’ albo N 297 sia illustrato da Emanuele Boccanfuso e che la sceneggiatura sia stata scritta da Thomas Pistoia. Capita che sono anche una prof che ha sempre portato avanti a scuola l’ educazione alla Legalità. Capita che sono stata a Palermo con la nave della legalità, ripercorrendo i passi e visitando i luoghi dove hanno vissuto e sono morti Falcone e Borsellino. Capita che questa “ Lunga marcia” si vede e si legge come in un film. I disegni sono così veri e la storia così bella che spesso, mentre giri le pagine ti viene la pelle d’ oca. Sono riusciti a coinvolgerti, ed anche se la storia la conosciamo tutti, ancora una volta ci fa male e ci fa bene, ripercorre quei giorni e coltivare quella piccola speranza che rimane accesa fino all’ ultima pagina. Che ci si possa un giorno liberare dalla mafia. Che il nostro paese possa essere libero dalla corruzione. Che si possa vivere meglio, lontano dal malaffare di tutti i tipi e di tutti i generi. E che da quella nuvoletta escano finalmente parole nuove, pulite e libere anch’ esse. Patrizia Tocci ( ripr.ris)



CONDIVIDI !!!!
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites
  • LinkedIn
  • MySpace
  • oknotizie
  • RSS
  • Twitter
  • Wikio
  • Wikio IT
  • Yahoo! Bookmarks
Questo articolo è stato pubblicato in Articoli da pat1789 . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su pat1789

Patrizia Tocci nata nel 1959. Ha al suo attivo 5 pubblicazioni che riguardano poesie e prose. Scrive su riviste e giornali, si interessa di poesia e letteratura , collabora con Il Centro , quotidiano regionale abruzzese

Un pensiero su “Pelle d’ oca

  1. Pingback: Incontri e rassegna stampa legati all’albo di Nathan Never “La lunga marcia” | racconti, poesie, testi teatrali

Lascia una risposta